Caricamento

Qualsiasi cosa succeda: Non Sparire!

Ehi lo sai?
Ho un’amica, si chiama Sofia. Fa dei bellissimi e buonissimi dolci!
Usa il lievito madre e tutti prodotti provenienti dalla sua fattoria, tutto km0.
Il suo buonsenso e le sue tradizioni esistono da prima che la genuinità venisse emulata per moda.
È attenta ad ogni dettaglio. È una persona squisita ed estremamente educata.
Mangiare le sue prelibatezze, servite con il suo sorriso, ti assicuro che non ha prezzo.
Nella sua pasticceria, ad accompagnare i suoi gesti c’è sempre una bellissima musica smooth jazz, messa al volume giusto, né troppo né poco, lì tutto è QB (quanto basta) un’armonia sensoriale.
Alle pareti ha incorniciate le ricette della nonna. Una nota di calore e colore che unita all'aroma dei cornetti appena sfornati ti commuove e ti avvolge in un’atmosfera unica.
Ogni sedia ha morbidi cuscini. Ad ogni tavolo c’è una lampada che irradia una piacevole luce soffusa e un libro. Tutto sembra volerti chiedere di restare.
E i colori? Belli. Un giardino fiorito di colori pastello, un arredamento che non deve chiedere permesso.
Il cibo? Ha un assortimento di creme che primeggiano esposte, sinuose e arricciate, in un banco frigo: Pistacchio con granella, vaniglia filante, cioccolato a cascata.
Scegli tu con cosa farcire. Se non ami le paste, non temere, sforna anche uovo, pancake, crostate e ciambellone.  Tutto disponibile sia in versione classica che vegan. Che ne dici di yogurt con frutta fresca appena raccolta? Se preferisci il salato, fa anche delle fantastiche focacce (anche gluten free), toast e tantissime varianti di uova.
Ma non si vive di solo pane, quindi degustiamo! Centrifughe, spremute e latte appena munto! e se resti ancora un po’, ti offre pure l’amaro della casa. Però la cosa più carina in assoluto sono decisamente le sue bustine di carta ( plastic free), le ha disegnate lei. Inoltre, insieme allo scontrino, ti regala sempre una citazione per augurarti una buona giornata.

Vuoi l’indirizzo?
Magari questo periodo non è dei migliori per girare troppo, però un recapito, un promemoria non guasta.
Che ne dici se ti mando una foto delle paste? Ma certo! Anche dei salati!
Dato che ci sono, anche dei coloratissimi drink.
Volendo ti mando l’audio di quella canzone stupenda che ho sentito l’altra mattina, proprio lì.
Se mi ricordo, ti dico anche il titolo del libro sul mio tavolo, era una seri di racconti brevi, bene leggibili tra una pasta e l’altra.
E poi chissà… magari si scopre che fa anche asporto e ti consiglia qualche buona ricetta.
Ti può interessare?
Io penso di Si.
Questi sono i Social!

Hai percepito che posto magnifico è la pasticceria di Sofia?

Quanti valori in un solo luogo! Un’azienda non è solo quello che produce, è molto di più.
La pasticceria di Sofia non è un bel posto! È una bella percezione!
Perché? Perché Sofia non esiste!
Non voglio dirti le solite cose dette e ridette ma voglio mostrartele.
La location non deve essere un limite è solo una parte, non il tutto!
Non è il tuo unico punto d’incontro!

Quanto hai lasciato che incidesse la Location nel tuo Brand?
Il tuo ristorante se chiude alle 18 non ha più le sue ricette? Le sue specialità? I suoi ideali?
Non vuoi mantenere un contatto con i vecchi clienti?
Allora faglielo sapere! Ci sei ancora!
Dillo a Maria che, ora, chiudi alle 18 ma a pranzo ci sei, come sempre e con nuove specialità nel menù.
Dillo a Gianni come fai le uova alla benedict, e visto che ci sei, spiegagli pure cosa sono visto che conosce solo quelle alla coque!
Di’ a tutti che lavorate in sicurezza e che li attendete presto!
Chiedi pure. Chiedi come stanno. Racconta di te.
Dona delle immagini (descrittive o fotografiche) della tua azienda di come vivi questo momento. Dillo ai tuoi clienti, ai tuoi colleghi e perché no? Ai tuoi competitor!

Lo so è difficile.
Però c’è una location che non ha orario di chiusura: i Social! Sfruttiamoli!
Un’occasione per farsi conoscere e per farsi ricordare.
Devi insistere, continuare a pubblicare contenuti, non puoi esser dimenticato.
Esser dimenticati e sparire sono due facce della stessa medaglia.

Non è un lavoro semplice, lo so bene, è la mia professione.
È necessario e fondamentale presidiare in maniera professionale e adeguata i propri canali social.
Iniziare una strategia che rafforzi quanto fatto e ti faccia recuperare quanto perso.

Non hai alternativa che rimanere connesso, attivo e presente, i tuoi clienti o futuri clienti
hanno assolutamente bisogno di trovarti lì.

È il tempo di prender seriamente la comunicazione,
comprenderne il potenziale e investire con strategia.
Se tu credi nella comunicazione, la comunicazione crederà in te.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email